Bomarzo

Bomarzo

Il piccolo borgo di Bomarzo, si estende su uno degli ultimi speroni rocciosi protesi verso la valle del Tevere e originati dalle colate laviche dell’apparato vulcanico cimino. Il suo grazioso centro storico, è disposto intorno al palazzo Orsini edificato nel ‘500 sui resti di un antico maniero feudale.

Questo magnifico borgo è noto soprattutto per il “Parco dei Mostri” o “Sacro Bosco”, fatto costruire da Pierfrancesco Orsini signore di Bomarzo. Il principe, fece scolpire le rocce di origine vulcanica disseminate nella folta vegetazione del parco, animandole e dandogli forme, a volte minacciose e a volte suadenti, di creature oniriche. Il “Sacro Bosco” è un unicum nel suo genere: le figure, infatti,  non rispettano i canoni classici di prospettiva o proporzione, tutto è lasciato all’interpretazione e alla magia dove, passeggiando per i suoi sentieri, si può rivivere il fascino degli “ozi rinascimentali”.

Di particolare bellezza e, riscoperta recentemente, è l’area archeologica di Santa Cecilia: nella vasta zona boscosa che si estende tra i comuni di Bomarzo, Vitorchiano e Soriano nel Cimino, si trovano le suggestive vestigia di insediamenti umani che affondano le loro radici in tempi remoti. Tra la fitta vegetazione si celano imponenti “vie cave” scavate nel tufo, colombari e monumenti funerari, altari, abitazioni rupestri, aree sacre, dighe sui torrenti…preparate le scarpe da trekking e la macchina fotografica, qui la natura e l’incanto la fanno da padrona! 

×